fbpx

Il cervello di Einstein

Image module
Thomas Stoltz Harvey, l’uomo che rubò il cervello di Einstein

L’uomo che vedete nella fotografia è il patologo Thomas Stoltz Harvey, e quello che tiene in mano è il cervello sezionato di Albert Einstein.
Il padre della relatività morì il 18 aprile del 1955 a 76 anni, colpito da un aneurisma della aorta addominale.
Il patologo che effettuò l’autopsia presso l’ospedale di Princeton, Thomas Stoltz Harvey per l’appunto, senza informare nessuno rimosse il geniale cervello (1.230 grammi di materia grigia, un peso assolutamente nella media) dalla scatola cranica, compiendo un furto simile a quello di Aigor in Frankenstein Junior.
Harvey sezionò l’organo e inviò segretamente alcuni campioni a specialisti dell’epoca. Custodì i resti a casa sua, nel barattolo di formaldeide che vedete nella fotografia, per oltre vent’anni. Il resto del corpo di Einstein venne cremato e le ceneri furono cosparse dai suoi familiari in un luogo mai reso noto.

Einstein aveva offerto verbalmente il suo corpo alla scienza affinché venisse studiato dopo la morte. Tuttavia, il mondo scoprì dove fosse finito il suo cervello solo nell’agosto del 1978, attraverso un articolo del giovane giornalista Steven Levy sul New Jersey Monthly.
Dopo anni di studi eseguiti in varie parti del mondo sui campioni messi a disposizione da Harvey, emersero due particolarità che differenziano il superdotato cervello del genio della fisica da quello dei comuni mortali: una concentrazione superiore alla media di cellule gliali (che insieme ai neuroni costituiscono il sistema nervoso) e un corpo calloso (la materia che collega i due emisferi celebrali) più spesso della norma. Questa particolarità probabilmente consentiva ad Einstein di avere un’uniformità di ragionamento superiore alla norma, in quanto gli aspetti razionali e creativi del suo pensiero potevano miscelarsi in modo più fluido.

Image module
Acquista Alter Ego
O leggilo gratis con Kindle Unlimited
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.giulianogolfieri.com/wp-content/uploads/2020/01/Einstein_brain_header.jpg);background-color: #0a0505;background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 500px;}